R.I.M.

“Se gli Emirati vogliono bloccare il BlackBerry è per una banale questione di soldi: da quando è in voga questo smartphone qui a Dubai non comunichiamo più con gli sms usando la rete Etisalat ma con le e-mail e il servizio di messaggistica di BlackBerry”, commenta cinica un’imprenditrice olandese del settore orafo. Negli Emirati da una decina d’anni, spiega che “il sito di skype è già stato bloccato, usarlo è illegale proprio perché permette di telefonare gratuitamente e questo non può essere tollerato in un emirato dove ci fanno pagare anche l’aria che respiriamo”.